Ultimaker diventa globale - 💡 Fix My Ideas

Ultimaker diventa globale

Ultimaker diventa globale


Autore: Ethan Holmes, 2019

Ultimaker è ora ufficialmente progettato nei Paesi Bassi, assemblato negli Stati Uniti.

Ultimaker è stata a lungo considerata una delle principali stampanti 3D sul mercato. Non importa che tipo di persona di stampa 3D tu sia, un professionista, un hobbista, probabilmente hai sentito parlare delle macchine prodotte nei Paesi Bassi. Stanno prendendo i prossimi passi per assicurarsi il loro posto nel mercato americano aprendo una sede negli Stati Uniti per l'assemblaggio delle loro stampanti.

Abbiamo avuto l'opportunità di parlare con Sander Van Geelen, Community Manager per Ultimaker.

Perché Ultimaker ha deciso di assemblare stampanti negli Stati Uniti?

Abbiamo appreso molto presto che il nostro più grande mercato era negli Stati Uniti e in Europa del Nord. Ovviamente perché eravamo di stanza in Europa era il nostro obiettivo principale. A causa della domanda per l'Ultimaker e la natura giovane della compagnia ci è voluto un po 'di tempo prima che maturassimo abbastanza per fare questo passo ed espanderci.

Il mercato statunitense ha dimostrato di essere molto fruttuoso e ha abbracciato la nostra natura open source. Alcuni dei migliori progetti e iniziative sono venuti dagli Stati Uniti. Vogliamo ridurre i tempi di spedizione e le spese di spedizione, e allo stesso tempo migliorare il nostro livello di servizio sotto la supervisione del nostro membro della community dedicato e talentuoso Simon Oliver.

Dai segnali che abbiamo sentito sappiamo che ci sono molte persone desiderose di essere coinvolte con Ultimaker, ma sono titubanti perché ci trovavamo all'estero. Attraverso questa mossa

Vogliamo rispondere a questi segnali e potenziare la nostra posizione sul mercato statunitense.

In che modo questo influirà sui clienti statunitensi?

I clienti statunitensi avranno accesso al nostro supporto tecnico nel proprio fuso orario e saranno in grado di beneficiare del livello di supporto professionale di Simon.

Egli può offrire un servizio tecnico proprio come abbiamo fatto noi, ei nostri clienti statunitensi hanno anche la possibilità di far riparare le loro macchine dal personale negli Stati Uniti.

I costi di spedizione e i tempi di spedizione diminuiranno e la Ultimaker sarà assemblata con puro know how US vecchio stile.

Non venderemo e spediremo solo Ultimaker dagli Stati Uniti, ma anche pezzi di ricambio e materiali di consumo.

Quando sarà operativa la sede degli Stati Uniti?

Abbiamo già iniziato a spedire Ultimaker negli Stati Uniti per un po 'e continueremo a farlo e ad aumentare il volume.

Simon ha già selezionato un equipaggio di persone capaci attorno a lui e si uniranno a lui nel fornire agli Stati Uniti questa meravigliosa macchina.

Qualche idea di chiusura?

Celebreremo questo passaggio con alcune belle promozioni e con ogni Ultimaker 2 sarà una sorpresa speciale.

Che cosa è, suppongo che dovremo solo aspettare e vedere fino a quando non sentiremo dai primi clienti!

Se sei interessato, tieni d'occhio i nostri canali social.

Questo fine settimana a MakerCon Anna Kuziunas France ha parlato con Eric Debruijn, C0o-Founder di Ultimaker. Ha parlato degli aspetti open source del business ed è stato felice di discutere le ramificazioni della loro espansione negli Stati Uniti.



Si Può Essere Interessati

Gli studenti delle scuole superiori costruiscono l'altoparlante per lastre di polistirolo

Gli studenti delle scuole superiori costruiscono l'altoparlante per lastre di polistirolo


Makerspace in Education e DARPA

Makerspace in Education e DARPA


Maker Faire Bay Area: Zevrino Interview

Maker Faire Bay Area: Zevrino Interview


La prima Maker Faire in Cina Questa domenica a Shenzhen

La prima Maker Faire in Cina Questa domenica a Shenzhen






Messaggi Recenti