5, 4, 3, 2, 1 cose su Ian Langohr - 💡 Fix My Ideas

5, 4, 3, 2, 1 cose su Ian Langohr

5, 4, 3, 2, 1 cose su Ian Langohr


Autore: Ethan Holmes, 2019

Foto di Vincenzo K. Marcovecchio

L'artista e costruttore di Montreal Ian Langohr è un produttore di talento. Scolpisce maschere surreali e spiritose sopra la testa - potresti aver visto la sua Zombie Cat Mask che ho postato su Craft l'altro giorno. Lavora anche a film e video musicali costruendo oggetti di scena, dirigendo, animando e illustrando (e lui stesso è un musicista). Ha fatto alcune sculture in radica di legno. E ha persino creato dei semplici dispositivi meccanici, come le dita che picchiettano sul tavolo, e una testa che sbatte contro il muro. Scopri di più su Ian nell'intervista 5, 4, 3, 2, 1 qui sotto!

Un progetto di cui sei particolarmente orgoglioso

1. Factory Face era una maschera su cui ho lavorato per gran parte del 2011 mentre prendevo lezioni di francese e lavoravo sui contratti. Ci sono state così tante volte durante il processo che ho voluto rinunciare perché pensavo che fosse troppo bizzarro o non lucidato. Si basa su un vecchio impianto di malto abbandonato nel mio quartiere di Montreal che è stato lasciato alla rovina. Ciò che rende così interessante per me è la quantità di graffiti e distruzione che ha sofferto nel corso dei decenni. Non pensavo che questo si traducesse bene sulla maschera, quindi avrei fatto lunghe pause, ma nei suoi ultimi mesi ho impiegato molte ore per dipingere e aggiungere dettagli fino a quando non ne fossi soddisfatto. Penso che al momento sia il mio pezzo preferito che ho creato.

Factory Face di Ian Langohr

Due errori che hai fatto nel passato

1. Cercando di lavorare su più progetti e commissioni contemporaneamente anziché concentrarsi su uno e vederlo attraverso.

2. Essere un venditore orribile. Questo regna ancora vero. Se le persone chiedono informazioni su un acquisto, mi sento come se involontariamente provassi a parlarne.

Ritratto di Nonno [con Oxpeckers] di Ian Langohr - immagine concettuale e maschera completata

Tre cose che rendono unico il tuo lavoro

1. Le tecniche utilizzate per realizzare le maschere. Ho lavorato per quasi due anni in una società di produzione di mascotte a Toronto. Abbiamo fatto dei progetti davvero fantastici lì, ma il più delle volte si trattava di sport generici e mascotte dei prodotti. Quando ho iniziato a disegnare le mie maschere, volevo usare le stesse tecniche che ho imparato lì, ma rendere i soggetti più contorti e surreali.

2. La funzionalità delle maschere. Li ho esposti a spettacoli come sculture e li ho usati per spettacoli ed eventi. Suono anche la batteria in una band di Montreal, Trips and Falls, e ne abbiamo usati alcuni per realizzare un video musicale.

3. Accessibilità. Il mio lavoro può essere oscuro, ma allo stesso tempo giocoso e divertente. Ottengo spesso risposte positive da parte del pubblico di tutte le generazioni.

Sculture in legno di Ian Langohr

Quattro strumenti che ami usare

1. Coltelli da intaglio. Dal mio coltello Lee Valley per la lavorazione del legno alle lame X-Acto utilizzate per la schiuma.

2. Aerografo. È ancora uno strumento relativamente nuovo per me, e non l'ho mai padroneggiato, ma il suo uso sulle maschere dà loro davvero un effetto dinamico e li porta alla vita.

3. Ago per cucire ricurvo. Ho solo imparato un modo di cucire, ma è stato fondamentale creare le mie maschere. E uno dei sentimenti più soddisfacenti nel processo sta chiudendo quelle cuciture.

4. Lepage Pres-Tite Green Contact Cement. Più di un prodotto che uno strumento, ma è quasi inodore e posso usarlo senza un'adeguata ventilazione.

Jean Paul of the Dead [Zombie Cat] di Ian Langohr

Cinque ispirazioni

1. Spettacoli e fotografia incentrati su animali e natura. Soprattutto della BBC Pianeta Terra serie.

2.Fabbriche abbandonate Montreal ha alcuni grandi. Mi piacerebbe fare una serie di maschere simili a Factory Face.

3. Romanzi e film horror / fantasy.

4. Istruttori per tutta la mia vita. Ce ne sono troppe da elencare, ma ne ho avute di belle al liceo, all'università e per tutta la mia carriera lavorativa.

5. Quelli vicino a me. La mia famiglia di supporto, amici, fidanzata e due gatti.

ianlangohr.com



Si Può Essere Interessati

Retrospect - Economic Disequilibrium

Retrospect - Economic Disequilibrium


My Own Laser Tag System

My Own Laser Tag System


FARE Road trip: AS220

FARE Road trip: AS220


Riattaccare insieme un business di successo nell'indie craft

Riattaccare insieme un business di successo nell'indie craft






Messaggi Recenti