10 domande con Jeff Potter di Cooking for Geeks - 💡 Fix My Ideas

10 domande con Jeff Potter di Cooking for Geeks

10 domande con Jeff Potter di Cooking for Geeks


Autore: Ethan Holmes, 2019

Lavorando alla sede della O'Reilly Media, avevo sentito parlare del nuovo libro Cucinare per i geek per un bel po 'di tempo, quindi ero elettrizzato quando ho visto l'autore Jeff Potter girare un video nei Make: Labs su come hackerare il tuo pentola a lenta cottura in un impianto di videosorveglianza. Chiunque sia interessato alla scienza che sta dietro al cibo e alla cucina ha bisogno di prendere una copia di questo libro unico e affascinante. Guarda il video che Jeff stava filmando per un assaggio e poi ascolta quello che ha da dire a 10 domande che abbiamo posto.

Iscriviti al podcast MAKE su iTunes, scarica direttamente il video m4v o guardalo su YouTube e Vimeo.

1. Cosa ti ha ispirato a scrivere Cooking for Geeks? Voglio tanto rispondere "Avevo fame!" E lasciar perdere. Sono fortunata ad avere genitori che hanno avuto il tempo di cucinare con me da bambino cresciuto - il cibo e la cucina erano solo qualcosa che faceva parte del mio background. Quando arrivai al college, fui sorpreso di apprendere che questa non era una cosa molto comune; la maggior parte dei miei compagni di classe non sapeva come cucinare. E ho anche scoperto che non sapevo davvero come cucinare la cena - solo la colazione e il dessert, visto che era quello che i miei interessi erano stati da bambino. (Chi me, goloso? * Mai. *) Ho trascorso la maggior parte di un decennio imparando a preparare un buon pasto, praticamente per tentativi ed errori. In molti modi, Cucinare per i geek è il libro che vorrei aver avuto dieci anni fa, così che la mia fase di prove ed errori sarebbe stata molto, molto più breve.

2. Dicci come Cucinare per i geek differisce dai libri di cucina convenzionali. La maggior parte dei libri di cucina sono solo raccolte di ricette. Sono davvero note da un cuoco all'altro, ricordi di quantità e passaggi. Ma è raro che un libro di cucina faccia un passo indietro e guardi l'immagine più grande. Essere un geek - qualcuno che è curioso di come funzionano le cose - volevo qualcosa di più del semplice "fai questo, fai questo" tipo di istruzioni. Quando si tratta di cucinare, avere alcune scienze alimentari di base in realtà finisce per essere incredibilmente importante.

3. Qual è il tuo background? Che tipo di geek sei? Vediamo, in parte tedesco, in parte inglese, in parte norvegese, in parte irlandese. Ho studiato sia l'informatica che l'arte visiva presso Brown, quindi immagino che si possa dire che il mio "credulone" proviene dal livello CS, anche se penso davvero che chiunque applichi un qualche tipo di approccio scientifico si auto-qualificherà come un geek.

4. Quando hai iniziato a creare libri di cucina? Mia mamma ne ha ricavato uno, penso che fosse il 1984? Era stato un progetto di classe in cui a ogni studente è stato assegnato un contributo per portare una ricetta. Mi piacciono molto i pancake da bambino, quindi la mia pagina era pancake.

5. Scrivi: "La cucina riguarda la comunità e la condivisione della conoscenza e del cibo è uno dei modi migliori per costruire una comunità". Spiega. Mangiamo tutti e tutti noi ci affidiamo agli altri in un modo o nell'altro per il cibo. Che tu stia parlando del contadino che fornisce il negozio di alimentari o il cuoco che ha preparato il pasto di fronte a te, il cibo è una cosa sociale. E se guardi la comunità, la maggior parte di essa è costruita attorno a prendersi cura l'uno dell'altro, e cucinare e mangiare cibo è una delle cose più importanti che facciamo insieme. Indipendentemente dalle tue convinzioni spirituali e politiche, sedersi insieme e rompere il pane ha la capacità di avvicinare le persone.

6. Qual è il tuo cibo preferito per incantare le masse? Sous vide, giù le mani. Se qualcuno ha solo il tempo di provare una cosa, ti consiglio la videoteca. Probabilmente è una delle più importanti tecniche culinarie che sono venute in giro negli ultimi decenni, ma non ha ancora fatto grandi progressi nella scena dei consumatori.

7. Come festeggi / abbracci il fallimento? Con una bottiglia di champagne o whisky? Sto scherzando, anche se non è divertente come certe bevande abbiano degli stati d'animo legati a loro? C'è un fallimento a breve termine - whoops, ho bruciato la cena - di cui generalmente non mi importa troppo, oltre a cercare di individuare l'ovvia lezione e migliorare la mia comprensione di come funzionano le cose. Poi c'è l'insuccesso a lungo termine-whoops, ho appena trascorso 2 mesi in ricerche che stanno andando dritte nel cestino per nessun motivo se non "non ha funzionato". Non guardo indietro abbastanza a lungo essere disturbato da quello che ho fatto. Generalmente "On to the next thing!" Con me.

8. Quale nuova idea ti ha eccitato di recente? Bene, ci sono cose generiche, come "Internet", che è in realtà un codice per "interruzione dei modelli tradizionali", ad esempio cose come la TV sul web. (Se pensi che quello che è successo all'industria musicale sia stato duro, aspetta di vedere cosa succederà nei prossimi 5-10 anni con la TV: il disaccoppiamento della creazione di contenuti dalla distribuzione dei contenuti cambierà radicalmente il modo in cui consumiamo e finanziamo i media. ) Poi ci sono cose specifiche, come capire l'odore e i sapori, e pensare a come le nuove combinazioni di ingredienti possono essere dedotte algoritmicamente. Bernard Lahousse ha fatto un ottimo lavoro in questo settore e ha uno strumento online perfetto per fare proprio questo (vedi foodpairing.com).

"Eccitante" in genere significa up-beat, ma penso che la "Guida del Pessimista ai prossimi 10 anni" di Douglas Coupland sarà incredibilmente preveggente.

9. Chi sono le tue ispirazioni? Questo sembrerà banale, ma i miei genitori. Hanno lavorato sodo; ea volte quel lavoro ha funzionato, ea volte no. Penso che sia troppo facile vedere personaggi pubblici - sportivi, attori, politici - e idealizzarli, ma il pericolo è che non si vede mai davvero quanto sia difficile lavorare per arrivare dove sono, quando invece conosci qualcuno al di là della loro immagine pubblica, ottieni un vero senso di ciò che sono e di ciò che li rende migliori. Per non dire che le figure pubbliche non dovrebbero servire come modelli di riferimento, ma penso che troppe persone guardino ai loro risultati e desiderino il guadagno senza il lavoro, e senza capire quali siano le probabilità di successo.

10. Che consiglio daresti ai cuochi apprensivi appena iniziato? Come uno degli intervistati mi ha detto: "Entra e prova". Potrebbe non essere il modo in cui ti aspettavi, ma va bene. E impara a vedere dove stanno andando le cose, e aggiusta di conseguenza. Indipendentemente dalla professione, ogni esempio di un grande risultato creativo che ho visto è stato il risultato di un ciclo di feedback serrato: fare qualcosa, vedere come esce, regolare, ripetere. Non riesco a pensare a molti esempi o persone che ho intervistato dove si sono appena seduti e hanno eliminato il perfetto al primo tentativo.



Si Può Essere Interessati

Cosa stai leggendo in CRAFT: 08

Cosa stai leggendo in CRAFT: 08


Intervista alla designer Jill Sanford Burrows

Intervista alla designer Jill Sanford Burrows


Greater Austin Garbage Arts porta sapore locale a Swap-O-Rama-Rama a Maker Faire Austin

Greater Austin Garbage Arts porta sapore locale a Swap-O-Rama-Rama a Maker Faire Austin


Grandi timori di attivazione di Hadron Collider sono completamente infondati

Grandi timori di attivazione di Hadron Collider sono completamente infondati