10 progetti di 10 paesi diversi presso Maker Faire Rome - 💡 Fix My Ideas

10 progetti di 10 paesi diversi presso Maker Faire Rome

10 progetti di 10 paesi diversi presso Maker Faire Rome


Autore: Ethan Holmes, 2019

La cultura italiana è conosciuta in tutto il mondo come calda e accogliente, e gli italiani certamente sanno come organizzare una festa. Basta guardare la celebrazione annuale ospitata nella bella città di Roma negli ultimi cinque anni: Maker Faire Rome, affettuosamente taggato come "The European Edition", è andato forte e sta diventando sempre più grande e più vivace fin dal primo anno.

Per tre giorni consecutivi, quest'anno dal 1 ° al 3 dicembre, i produttori di tutto il pianeta si riuniscono in uno dei più grandi festival del fai-da-te del mondo. Questo mix-and-mingle internazionale è indubbiamente responsabile della creazione di tanti nuovi creatori e collaborazioni. Qui guardiamo a 10 delle centinaia di progetti creati dai creatori in mostra a Maker Faire Rome di quest'anno. Controlla il sito Web per un elenco completo degli espositori e per tutte le informazioni necessarie per partecipare. Vuoi sapere qual è la storia con le due immagini nella parte superiore di questo post? Continuate a leggere per scoprirlo!

1. Bratislava, Slovenia: acquario di legno

The Wooden Aquarium è un progetto di arredamento low-cost realizzato dai creatori del Creative Point Fab Lab. Il costo di produzione per l'intero acquario è inferiore a 5 euro, rendendolo accessibile a molte persone. È progettato in Corel Draw e tagliato su un cutter laser. Tutte le pareti sono in compensato e la parte frontale è in plexiglass. Come non scorre l'acqua? La soluzione consiste nell'utilizzare una lamina di laminazione comune su carta, che viene stirata sul legno, in modo da garantire l'impermeabilità. Per rinforzare le pareti, hanno usato silicone non tossico. Questa soluzione è economica, leggera e più sicura di un acquario di vetro. Parte dell'acquario è un sistema idroponico che ossigena l'acqua utilizzando un pannello solare.

2. Göteborg, Svezia: Hangprinter

Hangprinter è una stampante 3D RepRap degna di nota per il suo design frameless unico. L'Hangprinter Project è stato avviato da Torbjørn Ludvigsen nel 2014 con l'obiettivo di democratizzare la fabbricazione a mano libera su larga scala. Investendo il tempo e $ 250 in parti, ogni persona interessata dovrebbe essere in grado di appendere oggetti di qualsiasi forma che si adatti entro pochi metri cubici. La macchina può persino ritrarsi sul soffitto quando non è in uso.

3. Bangalore, India: Terra Neeru

In un paese dipendente dai monsoni come l'India, la crisi idrica ha spinto l'agricoltore sull'orlo dell'estinzione. Nel 2010, solo il 35% circa dei terreni agricoli in India è stato irrigato in modo affidabile. Circa i 2/3 della terra coltivata in India dipende dai monsoni. Terra Neeru mira a introdurre un sistema su larga scala commercialmente fattibile basato su IoT in cui l'umidità, il contenuto di umidità, la temperatura dell'acqua, la composizione della luce e l'intensità possono essere controllati. Il sistema modulare di acquaponica diventa commercialmente fattibile quando è democratizzato e accessibile a livello di consumatori, e i controllori elettronici lo rendono possibile.

4. Rotterdam, Paesi Bassi: Qmod Energy Kit

Il kit di energia Qmod, sviluppato da Dana Cannam, è stato sviluppato per consentire ai bambini di imparare, esplorare e creare con l'elettricità che si trova negli oggetti quotidiani comuni. I giocattoli Qmod sono progettati per consentire ai bambini di apprendere la scienza dell'energia in modo pratico e memorabile, creare nuove invenzioni con l'energia che hanno imparato a sfruttare e, soprattutto, divertirsi a stimolare la loro immaginazione con le possibilità di cosa il futuro dell'energia potrebbe essere.

5. Amburgo, Germania: To-Not-Disappear

Anche se continuiamo a produrli, sappiamo tutti che la cultura dei selfie è in qualche modo disinteressata. Ogni giorno, continuiamo a vedere un numero infinito di foto di amici e conoscenti, tutti con lo stesso aspetto: posare per apparire sexy, dolce, figo o qualcosa di simile, ma dietro l'atteggiamento, mostriamo molto poco di chi siamo. To-Not-Disappear è uno specchio / macchina fotografica interattiva, realizzato da Luisa Fabrizi e Andre Landwehr, che costringe i visitatori a rinunciare alla fermezza della bellezza e della freddezza in cambio di presenza e personalità. I visitatori devono urlare o fare rumore per essere visibili. Non apparirai nella foto se non ti darai la possibilità di auto-espressione, e per farlo, devi rinunciare ad adattarti. Ciò che rimane di coloro che sono troppo timidi per rendere visibile la loro presenza non è nulla più di un fantasma sfocato.

6. Losanna, Svizzera: Skyentific Robot Flower

Il fiore robotico Skyentific di Gennady Plyushchev ha nove servomotori e nove gradi di libertà (tre motori per le foglie, tre motori per il tronco e tre motori per i petali). La base del robot utilizza molle di compressione e di estensione per creare un movimento fluido. Una scheda Arduino Mega controlla i motori in una bellissima danza di valzer.

7. Lahti, Finlandia: gadget di gioco open source Pokitto fai-da-te

Pokitto è un gadget di gioco fai-da-te, adatto a bambini e adulti, in grado di insegnare la programmazione e l'elettronica in modo divertente. È possibile assemblarlo da soli, senza strumenti, e utilizzare qualsiasi computer o tablet per programmarlo, senza bisogno di installazione. Pokitto è un modo divertente per imparare come funzionano i moderni gadget intelligenti. Puoi giocare, imparare a programmare e creare le tue applicazioni e i tuoi gadget elettronici.

8. Rehovot, Israele: quanto velocemente?

Quanto velocemente? è una divertente serie di test di velocità, creata da Avishay Orpaz. Compi il compito a portata di mano il più velocemente possibile e guarda la barra della velocità che sale. Le attività comprendono la batteria, i pulsanti che colpiscono e la risposta allo stimolo visibile. Confronta i risultati con i partecipanti precedenti e prova a battere il record.

9. Atene, Grecia: mano di Rob

Hand of Rob è stata creata dallo studente di 16 anni Thanos Tziatzioulis, ispirato a vedere qualcuno con una mano di plastica, simile a uno di un manichino. Voleva aiutare costruendo una mano che potesse muoversi con il movimento dell'altra mano. Utilizzando le informazioni raccolte da Internet e una stampante 3D, ha fabbricato Hand of Rob di plastica ABS, corde, viti metalliche, cavi, motori e Arduino. Pesa circa 2 kg ed è lungo come una mano media per adulti. Un guanto con cinque sensori e una placca trasmette gli ordini all'Arduino attraverso cinque cavi.

Dalla prima iterazione, ha aggiunto una casella di progetto, uno schermo LCD e otto pulsanti, ognuno dei quali esegue una funzione diversa. Inoltre, all'interno del box del progetto, ci sono cinque PCB, due cavi che trasmettono potenza al motore, cinque cavi che trasmettono dati e 7 cavi che consentono il funzionamento del guanto. Infine, Arduino Uno è stato aggiornato ad un Arduino Mega ADK ed è stato spostato all'interno della scatola di controllo. L'utente è ora in grado di controllare le funzioni della mano robotica senza collegarlo a un computer.

10. Barcellona, ​​Spagna: Portrait Painter

Portrait Painter è un robot creato da José Salatino che dipinge ritratti con pennelli e pittura, utilizzando un'immagine digitale come fonte di informazione. Non ci sono punti, non ci sono linee per riprodurre l'immagine, solo veri tratti di pennello generati, come quelli usati da un pittore umano. Il robot è totalmente autonomo, seleziona tra quattro diversi pennelli, li pulisce quando cambia colore o tono e mescola le diverse pitture per ottenere più di 150 colori diversi.

Il sito di Maker Faire Rome ha tutte le informazioni necessarie per partecipare alla celebrazione dal 1 ° al 3 dicembre.



Si Può Essere Interessati

Come progettare digitalmente la falegnameria per un migliore assemblaggio

Come progettare digitalmente la falegnameria per un migliore assemblaggio


Maker Spotlight: Celeste Flores

Maker Spotlight: Celeste Flores


Innovazioni commestibili: incontrare i buongustai di Maker Faire Bengaluru

Innovazioni commestibili: incontrare i buongustai di Maker Faire Bengaluru


Il nuovo kit di visione AIY di Google ti consente di costruire e hackerare la tua fotocamera intelligente Pi-Powered

Il nuovo kit di visione AIY di Google ti consente di costruire e hackerare la tua fotocamera intelligente Pi-Powered






Messaggi Recenti